Legal

SEGNALAZIONE DI ILLECITI ED IRREGOLARITA’

 

1. SCOPO

Lo scopo della presente procedura è definire le modalità operative per l’effettuazione di segnalazioni, definendone l’oggetto, i contenuti, i destinatari e le modalità di trasmissione, nonché la gestione delle segnalazioni stesse da parte dei destinatari. Tutto ciò al fine sia di contrastare la commissione di illeciti nonché, più in generale, combattere la c.d. “cultura del silenzio”.

ALMA WINES ritiene che sia importante sviluppare l’idea che sul luogo di lavoro si debba creare un clima aperto, sicuro e trasparente, in cui i lavoratori possano segnalare eventuali problematiche senza essere visti con sospetto e senza subire ritorsioni.

 

2. CAMPO DI APPLICAZIONE

La presente procedura si applica, da un punto di vista soggettivo:

  • a tutti i dipendenti (e/o assimilati) di ALMA WINES;
  • agli amministratori al Collegio Sindacale e ai revisori, ove nominati;
  • ai collaboratori e/o consulenti, con qualsiasi tipologia di contratto o incarico, che agiscano per conto di ALMA WINES; da un punto di vista oggettivo, a tutte le comunicazioni aventi ad oggetto il ragionevole e legittimo sospetto o la consapevolezza di:
  • condotte illecite, rilevanti ai sensi del Decreto e fondate su elementi di fatto precisi e concordanti;
  • violazioni del Modello commesse dai dipendenti (e/o assimilati), amministratori, dirigenti, membri degli organi sociali, collaboratori e/o consulenti e di cui siano venuti a conoscenza in ragione delle funzioni svolte.

 

3. RESPONSABILITA’

Il SEGNALANTE:

  • deve fornire tutti gli elementi utili al fine di consentire all’O.d.V., destinatario della segnalazione, l’espletamento delle necessarie attività di verifica e accertamento;
  • non deve effettuare con dolo o colpa grave segnalazioni che si rivelano infondate.

L’O.d.V.:

  • riceve le segnalazioni;
  • svolge attività di verifica e accertamento sulle segnalazioni ricevute;
  • assicura la riservatezza dell’identità del segnalante;
  • decide sulla fondatezza o meno della segnalazione ricevuta, proponendo le misure conseguenti;
  • relaziona periodicamente l’organo amministrativo sulle segnalazioni ricevute e gestite ed i provvedimenti suggeriti.

 

4. MODALITA’

Il segnalante deve fornire all’O.d.V. tutti gli elementi utili affinché possa procedere alle dovute ed appropriate verifiche nonché a tutti gli accertamenti ritenuti utili o necessari a riscontro della fondatezza dei fatti oggetto della segnalazione.

La segnalazione deve contenere i seguenti elementi minimi:

  • generalità del soggetto che effettua la segnalazione, con indicazione della posizione o funzione svolta nell’ambito dell’organizzazione aziendale;
  • chiara e completa descrizione dei fatti oggetto di segnalazione;
  • se conosciute, generalità o altri elementi che consentano di identificare il soggetto che ha posto in essere i fatti segnalati (ad esempio, la qualifica o il settore in cui svolge attività);
  • l’indicazione di eventuali altri soggetti che possono riferire sui fatti oggetto di segnalazione;
  • eventuali documenti che possano confermare la fondatezza dei fatti segnalati;
  • ogni altra informazione che possa fornire un utile riscontro circa la sussistenza dei fatti segnalati.

In ogni caso, nell’attività di ricezione e gestione della segnalazione è garantita la riservatezza dell’identità del segnalante, in primis attraverso la predisposizione di adeguati canali per l’inoltro, appunto, della segnalazione (come meglio specificato appresso).

La riservatezza, però, non è garantita nei seguenti casi:

  • quando la segnalazione risulti fatta allo scopo di danneggiare o altrimenti recare pregiudizio al segnalato (c.d. segnalazione in mala fede) e si configuri una responsabilità a titolo di calunnia o diffamazione ai sensi di legge;
  • quando l’anonimato non sia opponibile per legge (ad esempio, indagini penali, ispezioni di organi di controllo, etc.);
  • quando nella segnalazione vengano rilevati fatti e/o circostanze tali che, seppur estranei alla sfera aziendale, rendano opportuna e/o dovuta la segnalazione all’Autorità Giudiziaria (ad esempio, reati di terrorismo, spionaggio, attentati, ecc.).

Ferme restando le eccezioni di cui sopra, l’identità del segnalante non può essere rivelata senza il suo consenso e tutti coloro che, a qualunque titolo, sono coinvolti sono tenuti a tutelarne la riservatezza.

La violazione dell’obbligo di riservatezza è fonte di responsabilità disciplinare (punita ai sensi del Sistema Sanzionatorio previsto nel Modello), fatta salva ogni ulteriore forma di responsabilità
prevista per legge.

Le segnalazioni devono essere trasmesse all’O.d.V. tramite i seguenti canali:

  • via mail all’indirizzo avvcostantinodimiceli@studiolegaledml.it;
  • tramite posta tradizionale presso lo Studio professionale dell’O.d.V. (40125 Bologna – Via Dante n. 34) in piego sigillato con la dicitura “riservato”.

È responsabilità di chi riceve una segnalazione al di fuori dei suddetti canali inoltrarla tramite gli stessi, unitamente agli eventuali allegati.

L’O.d.V. darà conto all’organo amministrativo, secondo le cadenze previste nel Modello e nello Statuto per le relazioni periodiche (salvo urgenze) delle segnalazioni pervenute e gestite e dei relativi esiti.
Non sono consentiti atti di ritorsione o discriminazioni, dirette o indirette, nei confronti del segnalante per motivi collegati alla segnalazione.

Sono considerate azioni discriminatorie quelle che comportano effetti negativi sulle condizioni di lavoro del segnalante quali azioni disciplinari ingiustificate, molestie sul luogo di lavoro, demansionamenti, trasferimento ingiustificato, mobbing ed ogni altra forma di comportamento che determini condizioni di lavoro intollerabili e/o un peggioramento della posizione lavorativa del segnalante.

È nullo il licenziamento ritorsivo o discriminatorio del soggetto segnalante. Sono altresì nulli il mutamento di mansioni ai sensi dell’art. 2103 c.c., nonché qualsiasi altra misura ritorsiva o discriminatoria adottata nei confronti del segnalante.

È onere del datore di lavoro, in caso di controversie legate all’irrogazione di sanzioni disciplinari, o a demansionamenti, licenziamenti, trasferimenti o sottoposizione del segnalante ad altra misura organizzativa avente effetti negativi, diretti o indiretti, sulle condizioni di lavoro, successivi alla presentazione della segnalazione, dimostrare che tali misure sono fondate su ragioni estranee alla segnalazione stessa.

Il dipendente che ritiene di avere subito una discriminazione per il fatto di aver effettuato una segnalazione di illecito può denunciare la circostanza all’Ispettorato Nazionale del Lavoro e farsi assistere dall’organizzazione sindacale alla quale aderisce.

Resta ferma la responsabilità penale e disciplinare del segnalante qualora lo stesso effettui una segnalazione che possa configurare calunnia o diffamazione a danno del segnalato ai sensi del codice penale e dell’art. 2043 codice civile.

È vietata qualsiasi forma di abuso della presente procedura.

Le segnalazioni proposte al solo scopo di creare danno al denunciato o ad altri soggetti nonché ogni utilizzo improprio della presente procedura comportano l’applicazione di sanzioni disciplinari (come da Sistema Sanzionatorio previsto nel Modello) nei confronti del segnalante.

È cura dell’O.d.V. garantire:

  • la tracciabilità delle segnalazioni e della relativa attività istruttoria;
  • la conservazione della documentazione inerente alle segnalazioni e le relative attività di verifica, in appositi archivi cartacei e/o informatici, con gli opportuni livelli di sicurezza/riservatezza.

 

 

CODICE ETICO

 

1. INTRODUZIONE

L’etica nell’attività imprenditoriale è approccio di fondamentale importanza per il buon funzionamento e la credibilità di una Società verso i soci, i clienti, gli utenti, i fornitori e, più in generale verso l’intero contesto economico nel quale la stessa opera.

ALMA WINES S.R.L. (di seguito, per brevità, “ALMA WINES”) intende trasformare in un vantaggio competitivo la conoscenza e l’apprezzamento dei valori etici ai quali si riporta.

Grazie al proprio sistema di controllo interno ed alla adozione di adeguate procedure per ogni ambito operativo, ALMA WINES verifica ed assicura che la realizzazione degli obiettivi perseguiti e lo svolgimento delle attività sociali avvenga nel pieno rispetto della Legge e delle norme interne.

Al fine di rafforzare il proprio sistema di controllo interno, ALMA WINES ha deciso di adottare, ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 6 e 7 Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 e s.m. (di seguito, per brevità, “D. Lgs. n. 231/01” o “Decreto”), un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (di seguito, per brevità, Modello) volto a prevenire la commissione, nell’interesse o a vantaggio della Società, dei reati previsti dal citato D. Lgs. n. 231/01 da parte dei soggetti che, a vario titolo, operano in nome e/o per conto e/o nell’interesse e/o all’interno della stessa.

Il presente Codice Etico, adottato dall’Amministratore Unico della Società e parte integrante e sostanziale del Modello, contiene i valori generali di natura etica che, insieme alle prescrizioni legali, regolamentari e contrattuali, rappresentano le indicazioni che si devono declinare nei principi comportamentali e nei protocolli di controllo a presidio dei rischi-reato individuati nel Modello.

I principi etici di comportamento, contenuti all’interno del presente documento, caratterizzano pertanto l’attività della Società, guidano l’organizzazione aziendale, nel senso di dare un’indicazione programmatica che ha natura vincolante.

In coerenza con quanto previsto dalle Linee Guida di Confindustria, la scelta adottata dalla Società è stata quella di affiancare a valori etici di portata più ampia e generali, un insieme di principi etici che rispondono alle specifiche prescrizioni contenute nel Decreto e sono finalizzati a prevenire, in particolare, la commissione dei reati previsti dallo stesso.

 

2. MISSIONE E VISIONE ETICA

ALMA WINES opera nel settore della distribuzione di vino imbottigliato.

Nel raggiungimento dei propri obiettivi, ALMA WINES riconosce i seguenti valori etici generali e fondamentali:

  • Integrità: le attività sono gestite in maniera professionale e responsabile, al fine di dirimere le situazioni in cui possono manifestarsi potenziali conflitti, assicurando che i comportamenti siano caratterizzati da onestà, moralità e correttezza e come tali siano percepiti;
  • Trasparenza: nei rapporti interni ed esterni alla Società che si intrattengono con i diversi interlocutori è garantito l’impegno a fornire informazioni chiare, complete, tempestive e veritiere;
  • Legalità: i comportamenti sono vincolanti, nella fase di decisione e di attuazione, nel pieno rispetto delle procedure interne, di tutte le norme vigenti, nazioni ed internazionali, nonché della regolamentazione definita dalle Autorità di Vigilanza;
  • Imparzialità: le decisioni e i comportamenti sono attuate nel pieno rispetto delle caratteristiche personali di ognuno, incentivando e premiando l’integrità ed il senso di responsabilità, rispettando le diversità e ripudiando ogni possibile discriminazione in base ad età, stato di salute, sesso, religione, razza, opinioni politiche e culturali, nonché condizione personale o sociale;
  • Prudenza: le attività sono gestite con piena consapevolezza dei rischi e con l’obiettivo di una sana gestione degli stessi; ciò si concretizza in comportamenti prudenti, soprattutto quando dalle proprie azioni e decisioni possa risultare un danno alle persone e alle cose.

In nessun caso il perseguimento dell’interesse o del vantaggio della Società può giustificare una condotta non etica oppure non onesta, ovvero illecita.

3. AMBITO DI APPLICAZIONE E DESTINATARI

Il presente Codice Etico si applica a tutte le attività svolte da ALMA WINES.

Sono destinatari (di seguito, i “Destinatari”) del presente Codice Etico e si impegnano al rispetto del contenuto dello stesso:

  • gli amministratori, i dirigenti e i quadri della Società (c.d. soggetti apicali);
  • i dipendenti della Società (c.d. soggetti sottoposti ad altrui direzione).

In forza di specifica accettazione o in forza di apposite clausole contrattuali possono essere destinatari di specifici obblighi per il rispetto del contenuto del Codice Etico i seguenti soggetti esterni:

  • i collaboratori, i consulenti e, in generale, i soggetti che svolgono attività di lavoro autonomo;
  • i fornitori e i partner nella misura in cui essi operino per conto o nell’interesse della Società nell’ambito delle aree di attività individuate come sensibili all’interno del Modello Organizzativo.

Ai Destinatari viene chiesto di:

  • conformare i propri comportamenti a quanto previsto nel Codice Etico;
  • informare immediatamente l’Organismo di Vigilanza (di seguito, per brevità, “O.d.V.”) di eventuali violazioni dei principi etici di comportamento, non appena essi ne vengano a conoscenza;
  • richiedere, qualora siano necessarie, interpretazioni o chiarimenti sui principi etici di comportamento.

4. PRINCIPI E VALORI DI RIFERIMENTO

ALMA WINES è consapevole della responsabilità etico-sociale che assume nello svolgimento delle proprie attività ed informa il proprio operato ai seguenti principi e valori:

  • agire in modo informato nel rispetto della legge e dei regolamenti vigenti in Italia e nei Paesi nei quali la Società opera;
  • trattare i soci, il personale dipendente e collaboratore, i fornitori, la comunità circostante e le istituzioni, inclusi i pubblici ufficiali e gli esercenti un pubblico servizio, nonché ogni terzo con il quale si entra in rapporto per motivi professionali, con onestà, correttezza, imparzialità e senza pregiudizi;
  • competere lealmente sul mercato con i concorrenti;
  • tutelare la salute e la sicurezza propria e dei terzi;
  • monitorare e, ove del caso, minimizzare gli impatti potenzialmente nocivi delle attività aziendali sull’ambiente;
  • mantenere la riservatezza nelle informazioni riguardanti la Società, il suo know-how, i dipendenti ed i fornitori;
  • operare secondo il principio per cui ogni operazione o transazione deve essere correttamente registrata, autorizzata, verificabile, legittima, coerente e congrua;
  • utilizzare i beni intellettuali e materiali della Società, inclusi gli strumenti informatici, nel rispetto delle norme generali e della loro destinazione d’uso ed in modo da tutelarne la conservazione e la funzionalità, nel rispetto dei diritti di proprietà intellettuale di terzi, evitandone l’utilizzo in violazione di ogni disposizione di legge.

4.1 Rispetto della legge

ALMA WINES riconosce come principio imprescindibile il rispetto delle normative vigenti in Italia e nei Paesi in cui si trova eventualmente ad operare e si adopera al fine di garantirne il puntuale adempimento, anche mediante adeguata attività formativa.

In nessun caso l’interesse ovvero il vantaggio di ALMA WINES possono giustificare condotte non in linea con il principio sopra enunciato.

4.2 Onestà e correttezza

L’onestà rappresenta il principio etico di riferimento per tutte le attività poste in essere da ALMA WINES.

I rapporti con i diversi stakeholder devono essere improntati a criteri di correttezza, collaborazione, lealtà e reciproco rispetto.

Nella formulazione di accordi contrattuali, le clausole devono essere formulate in modo chiaro e comprensibile.

4.3 Reputazione e professionalità

ALMA WINES riconosce nel valore della reputazione una risorsa essenziale per la realizzazione dei propri obiettivi e persegue l’eccellenza nell’erogazione dei propri servizi nonché nelle capacità professionali dei propri dipendenti e collaboratori.

4.4 Centralità della persona

ALMA WINES:

  • promuove il rispetto dell’integrità fisica e morale della persona, contrastando ogni pratica contraria che non sia dettata da esigenze terapeutiche;
  • garantisce condizioni di lavoro conformi alle normative vigenti e rispettose della salute e della dignità individuale, ripudiando e contrastando ogni forma di abuso e di sfruttamento e, in particolare, quelle finalizzate allo sfruttamento del lavoro di persone in stato di bisogno e/o di soggezione, alla tratta di persone, all’acquisto ed all’alienazione di schiavi nonché alla riduzione e/o al mantenimento in schiavitù o servitù, allo sfruttamento sessuale di minori in qualunque modo realizzato;
  • non tollera richieste o minacce volte ad indurre chicchessia ad agire contro la Legge, il presente Codice Etico, il Modello e le procedure interne ovvero a porre in essere comportamenti lesivi delle proprie convinzioni morali e personali;
  • rispetta e sostiene i diritti della persona in conformità alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo dell’ONU.

4.5 Imparzialità e pari opportunità

ALMA WINES ripudia ogni forma di discriminazione basata sull’età, sul sesso, sulle abitudini sessuali, sullo stato di salute, sulla razza, sulla nazionalità, sulle opinioni politiche, sulle credenze religiose, sulle appartenenze sindacali e comunque su qualunque altra qualità o convinzione personale.

Nello svolgimento delle diverse attività sociali, i Destinatari, ciascuno per quanto di rispettiva competenza, devono pertanto operare con imparzialità, assumendo decisioni con rigore professionale e obiettività secondo criteri di valutazione oggettivi e neutrali.

4.6 Trasparenza e completezza delle informazioni

ALMA WINES impronta la propria attività al principio della trasparenza.

Nello svolgimento delle loro attività, i Destinatari devono pertanto fornire informazioni puntuali, complete, comprensibili, accurate e veritiere, così da consentire ai diversi interlocutori di formarsi convinzioni e di assumere decisioni pienamente consapevoli.

4.7 Riservatezza e tutela della privacy

ALMA WINES garantisce, attraverso idonee procedure, sia nei rapporti interni che nei rapporti esterni, la riservatezza delle informazioni e dei dati personali di cui è in possesso e la puntuale osservanza delle normative vigenti in materia a beneficio di tutti i soggetti interessati.

Nessuno può trattare tali dati per finalità diverse da quelle consentite ed espressamente autorizzate né, tantomeno, trarre vantaggi di alcun genere, diretti e/o indiretti, personali e/o patrimoniali, dall’indebito utilizzo di informazioni riservate di cui sia in possesso in virtù del rapporto, di qualsivoglia natura, esistente con ALMA WINES.

È espressamente vietata ogni azione volta a reperire dati riservati al di fuori delle autorizzazioni ricevute.

4.8 Risorse umane

ALMA WINES riconosce nelle risorse umane un elemento essenziale del proprio successo ed agisce pertanto al fine di stabilire e mantenere con esse relazioni basate sulla lealtà e sulla fiducia reciproca.

La gestione dei rapporti di lavoro e di collaborazione si ispira pertanto al rispetto dei diritti dei lavoratori ed alla piena valorizzazione del loro apporto nell’ottica di favorirne lo sviluppo e la crescita professionale.

Non sono ammessi comportamenti che, anche indirettamente, possano integrare gli estremi dei delitti contro la personalità individuale richiamati dall’art. 25 quinquies D. Lgs. 231/01.

4.9 Ripudio del terrorismo e dell’eversione dell’ordine democratico e contrasto alla criminalità organizzata

ALMA WINES riconosce il valore dell’ordine democratico e ripudia ogni forma di terrorismo e di eversione.

Le norme di comportamento adottate da ALMA WINES per la selezione di dipendenti, collaboratori, fornitori, partner e, più in generale, dei soggetti con i quali intrattenere relazioni di qualsivoglia natura sono volte, tra l’altro, ad evitare ogni forma di sostegno e/o di collaborazione con enti, associazioni e/o soggetti in qualunque modo ed a qualunque titolo operanti nell’ambito della criminalità organizzata.

 

5. NORME DI COMPORTAMENTO

5.1 Gestione delle attività

Tutte le azioni e le operazioni di ALMA WINES devono avere una registrazione adeguata e deve essere possibile la verifica del processo di decisione, autorizzazione e di svolgimento.

Per ogni operazione vi deve essere un adeguato supporto documentale al fine di poter procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli che attestino le caratteristiche e le motivazioni dell’operazione ed individuino chi ha autorizzato, effettuato, registrato, verificato l’operazione stessa.

La Società evita di entrare in rapporti di affari con terzi dei quali sia accertata o anche solo ragionevolmente supposta la partecipazione ad attività delittuose o di terrorismo.

5.2 Rapporti con gli utenti

ALMA WINES orienta la propria attività alla soddisfazione ed alla tutela dei propri Utenti, prestando attenzione alle richieste che possono favorire un miglioramento della qualità dei servizi forniti.
In linea generale, nei rapporti con gli utenti, la Società assicura chiarezza, correttezza e diligenza nell’erogazione del servizio prestato.

5.3 Rapporti con i fornitori

Le relazioni con i fornitori, ivi compresi i rapporti di natura finanziaria e di consulenza, sono sottoposte ai principi contenuti in questo Codice e sono oggetto di costante ed attento monitoraggio da parte della Società.

ALMA WINES si avvale esclusivamente di fornitori che operano in conformità alla normativa vigente e alle regole previste in questo Codice. La selezione dei predetti soggetti e la determinazione delle condizioni di acquisto devono essere basate su una valutazione obiettiva della qualità, del prezzo dei beni e dei servizi offerti, della capacità di fornire e garantire tempestivamente beni e servizi di livello adeguato alle esigenze della Società.

In nessun caso un fornitore dovrà essere preferito ad un altro in ragione di rapporti personali, favoritismi o vantaggi diversi da quelli dell’esclusivo interesse e beneficio della Società.

I fornitori di macchinari ed attrezzature dovranno essere selezionati anche sulla base della rispondenza delle forniture al rispetto delle normative in materia di sicurezza ed igiene del lavoro.
Le forniture di dispositivi di protezione individuale e comunque dei dispositivi generali di sicurezza e prevenzione saranno conformi agli obblighi in materia di certificazione ed idoneità, generale e specifica, in relazione all’uso previsto.

Prima dell’affidamento a terzi di attività da svolgersi all’interno della Società o rientranti nel ciclo produttivo della medesima, nell’ambito di contratti di appalto, d’opera o di somministrazione, viene verificata la idoneità tecnico professionale del terzo, dando quindi seguito agli specifici obblighi di legge in materia di sicurezza ed igiene del lavoro.

ALMA WINES si impegna a rispettare eventuali diritti di proprietà industriale detenuti da fornitori e progettisti terzi su materiali, beni, processi i progetti utilizzati dalla Società per l’esercizio delle proprie attività.

5.4 Rapporti con i dipendenti

ALMA WINES tutela e promuove il valore delle risorse umane allo scopo di migliorare e accrescere il patrimonio e le competenze possedute da ciascun dipendente e collaboratore, nel contesto organizzativo della Società.

La Società offre pari opportunità a tutti i dipendenti sulla base delle loro qualifiche professionali e delle capacità individuali di ciascuno, senza alcuna discriminazione di età, religione, origine etniche o geografiche, orientamento sessuale, politico o sindacale. Pertanto, ALMA WINES, per il tramite delle funzioni competenti, seleziona, assume, retribuisce e gestisce le risorse umane sulla base di criteri di merito e di competenza, nel rispetto della vigente contrattazione collettiva, e del sistema premiante adottato ed improntato a criteri di obiettività e ragionevolezza.

L’ambiente di lavoro è improntato alla collaborazione reciproca e a favorire lo spirito di squadra nel rispetto della personalità morale di ciascuno, ed è privo di pregiudizi, intimidazioni, illeciti condizionamenti o indebiti disagi.

I dipendenti e i collaboratori operano secondo i più elevati standard di qualità ed igiene, nel rispetto delle norme definite nel presente Codice Etico e nelle procedure operative definite dalla Società.

5.5 Rapporti con la concorrenza

ALMA WINES crede nella libera concorrenza ed informa le proprie azioni all’ottenimento di risultati competitivi che premino la capacità, l’esperienza e l’efficienza.

Ciascun Destinatario deve tenere comportamenti corretti negli affari di interesse della Società e nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Qualsiasi azione diretta ad alterare le condizioni di corretta competizione è contraria alla politica aziendale di ALMA WINES ed è vietata ad ogni soggetto che agisca per ALMA WINES.

5.6 Rapporti con la Pubblica Amministrazione

Nel rapporto con la Pubblica Amministrazione, la Società presta particolare attenzione ad ogni atto, comportamento o accordo, in modo che questi siano improntati alla massima trasparenza, correttezza e legalità.

A tal fine ALMA WINES eviterà, per quanto possibile, di affidare l’intero processo ad un’unica persona fisica, sul presupposto che la pluralità di soggetti e funzioni consenta di minimizzare il rischio di rapporti interpersonali non coerenti con la volontà della Società.

In applicazione al principio che precede, nei rapporti di natura ispettiva ed autorizzativi, la Società favorirà la pluralità di interlocutori aziendali, sempre sul presupposto che ciò consenta di minimizzare il predetto rischio.

Nei rapporti con funzionari pubblici non si terranno, direttamente o indirettamente, comportamenti tali da influenzare in modo non corretto la decisione della controparte.

In particolare, non è consentito proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare anche indirettamente dipendenti della P.A.

Qualora la Società utilizzi un consulente per essere rappresentata o ricevere assistenza tecnico-amministrativa nei rapporti verso la P.A., tali soggetti dovranno rispettare le direttive impartite ai dipendenti e collaboratori interni di ALMA WINES.

Nella scelta dei predetti consulenti (esterni) la Società privilegerà i criteri di professionalità e correttezza, valutando con estrema attenzione e cautela l’instaurazione di rapporti di collaborazione con quei soggetti che abbiano avuto un rapporto di dipendenza con la P.A. o siano legati a determinati funzionari da vincoli di parentela.

Tutte le richieste di erogazioni, contributi, finanziamenti, sgravi da parti di organismi pubblici, nazionali o comunitari, sono avanzate nel rispetto delle norme applicabili e, in particolare, del principio della separazione dei compiti, della registrazione e della documentabilità; una volta erogati, questi non possono che essere utilizzati per i soli scopi ai quali sono stati stanziati.

5.7 Rapporti con l’Amministrazione della Giustizia

ALMA WINES crede fortemente nell’alto valore della Giustizia ed informa il proprio operato a criteri di onestà, correttezza, trasparenza.

È pertanto espressamente vietato indurre taluno, con qualunque mezzo, a non rendere dichiarazioni ovvero a rendere dichiarazioni mendaci.

5.8 Regalie, omaggi e benefici

Non è ammessa alcuna forma di regalo, omaggio o beneficio che possa essere interpretata come eccedente le normali pratiche commerciali o di cortesia, o comunque rivolta ad acquisire trattamenti di favore illeciti nella conduzione di qualsiasi attività collegabile a ALMA WINES.

In particolare, è vietata qualsiasi tipologia di dazione a funzionari pubblici, italiani ed esteri, o a loro familiari, finalizzata a influenzarne l’indipendenza di giudizio.

Eventuali omaggi offerti a terzi devono essere esclusivamente di modico valore, debitamente documentati e autorizzati dal responsabile di funzione preposto.

I Destinatari del presente Codice Etico che ricevano regali, omaggi o benefici non di modico valore, o ricevano sollecitazioni per erogazioni di regali, omaggi e benefici non di modico valore, sono tenuti a darne tempestiva comunicazione all’Organismo di Vigilanza istituito ai sensi del D.Lgs. n. 231/01, che si coordinerà con l’Organo Amministrativo della Società per gli opportuni provvedimenti.

 

6. SALUTE, SICUREZZA E AMBIENTE

6.1 Salute, igiene e sicurezza sul lavoro

La Società opera, a tutti i livelli, al fine di garantire l’integrità fisica e morale dei propri dipendenti e collaboratoti, condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale ed ambienti di lavoro sicuri e salubri, nel pieno rispetto della normativa vigente in materia.

L’igiene e la sicurezza sui luoghi di lavoro rappresentano elementi essenziali per il successo dell’impresa; è pertanto necessario che ciascun dipendente e collaboratore vi contribuisca.

La Società valuta i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, anche nella scelta delle attrezzature di lavoro e delle sostanze o dei preparati chimici impiegati, nonché nella sistemazione dei luoghi di lavoro.

Ogni decisione aziendale, di ogni tipo e livello, in materia di sicurezza e salute del lavoro, deve tenere conto dei seguenti principi e criteri fondamentali:

  • evitare rischi;
  • valutari i rischi che non possono essere evitati;
  • combattere i rischi alla fonte;
  • adeguare il lavoro all’uomo – in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta delle attrezzature e dei metodi di lavoro e di produzione – per
  • attenuare il lavoro monotono ed il lavoro ripetitivo e per ridurre gli effetti di questi lavori sulla salute;
  • tenere conto del grado di evoluzione della tecnica;
  • sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non lo è o che lo è meno;
  • dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale.

La Società programma la prevenzione, mirando ad un complesso coerente che integri in sé la tecnica, l’organizzazione, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l’influenza dei fattori dell’ambiente di lavoro.

I Destinatari del presente Codice, ed in particolare il Datore di lavoro ed i suoi eventuali delegati e subdelegati, i Dirigenti, i Preposti, i Lavoratori, il Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione, il Medico competente ed il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, contribuiscono al processo di prevenzione dei rischi e di tutela della salute e della sicurezza nei confronti di se stessi, dei colleghi e dei terzi, fatti salvi gli obblighi e le responsabilità individuali ai sensi delle disposizione di legge applicabili in materia.

Nell’ambito delle attività aziendali sussiste il divieto generale di utilizzo di sostanze alcoliche o stupefacenti.

Vige altresì il divieto di fumare nei luoghi di lavoro.

6.2 Tutela dell’ambiente

L’ambiente è un bene primario della comunità che ALMA WINES vuole contribuire a salvaguardare. A tal fine, la Società programma le proprie attività ricercando un equilibrio tra esigenze economiche e ambientali, nel rispetto delle disposizioni di legge e regolamentari applicabili, prestando la massima cooperazione alle Autorità pubbliche preposte alla verifica, sorveglianza e tutela dell’ambiente.

I Destinatari del presente Codice contribuiscono, nello svolgimento dell’attività aziendale, alla piena tutela dell’ambiente. In particolare, presteranno la massima attenzione affinché sia rispettata la normativa vigente in materia e siano evitati scarichi, emissioni, immissioni e sversamenti illeciti.

La gestione dei rifiuti aziendali dovrà avvenire conformemente alle disposizioni vigenti.

 

7. TRATTAMENTO DI DATI E INFORMAZIONI

Il trattamento dei dati e delle informazioni di cui ALMA WINES viene a conoscenza nello svolgimento della propria attività avviene nel rispetto della riservatezza e della privacy degli interessati.
Nel trattamento dei dati e delle informazioni vengono assicurati la separazione dei ruoli e delle responsabilità.

I soggetti terzi che intervengono nel trattamento sono vincolati alla riservatezza.

Tutti i dati e le informazioni ricevuti dai Destinatari del presente Codice Etico in relazione al proprio rapporto di lavoro o professionale sono strettamente riservati e rimangono di proprietà della Società.

Coloro che, in ragione dell’esercizio di una funzione, di una professione o di un ufficio, abbiano accesso a dati ed informazioni riservate riguardanti l’attività della Società o i servizi aziendali, non possono usarli a proprio o altrui vantaggio, ma esclusivamente per l’esecuzione e nell’ambito del proprio ufficio o attività.

È in ogni caso raccomandato il riserbo in merito ai dati e alle informazioni aventi carattere pubblico concernenti ALMA WINES e l’attività lavorativa o professionale svolta.

La divulgazione di dati e informazioni verso l’esterno deve essere effettuata dalle funzioni aziendali competenti nel rispetto delle leggi, della trasparenza e della veridicità delle stesse.

In particolare, tutti i dati e le informazioni trasmessi alla P.A. devono essere veritieri, corretti, trasparenti e completi, e devono essere prodotti e divulgati secondo le procedure organizzative aziendali e i relativi flussi autorizzativi.

La Società persegue la protezione di tutti i dati e di tutte le informazioni aziendali concernenti esperienze tecnico industriali; è, pertanto, fatto divieto a tutti i Destinatari di rivelare a terzi tali dati ed informazioni, salvo non siano nel loro insieme o nella precisa configurazione o combinazione dei loro elementi noti al pubblico o facilmente accessibili agli esperti ed operatori di settore.

 

8. USO DELLE RISORSE INFORMATICHE

Le risorse informatiche e telematiche sono uno strumento fondamentale per l’esercizio efficiente e competitivo della società, assicurando la rapidità, l’ampiezza e la correttezza dei flussi informativi.

Tutti i dati e le informazioni conservate nei sistemi informatici e telematici aziendali, messaggi di posta elettronica inclusi, sono di proprietà della Società e vanno usati esclusivamente per lo svolgimento di attività aziendali, secondo le modalità e nei limiti indicati dalla medesima.

Anche per garantire il rispetto della normativa in materia di privacy, si persegue l’utilizzo corretto e responsabile degli strumenti informatici e telematici; è vietato ogni uso che abbia per scopo la raccolta, l’archiviazione e la diffusione di dati e di informazioni a fini diversi da quelli connessi all’esercizio dell’attività di ALMA WINES.

È vietato l’uso di qualsiasi programma informatico o telematico sul quale siano detenuti diritti d’autore da parte di terzi e che non sia stato previamente oggetto di licenza alla Società.

 

9. LIBRI CONTABILI E REGISTRI SOCIETARI

La Società registra in modo accurato e completo tutte le attività ed operazioni aziendali, onde attuare la massima trasparenza contabile ed evitare che compaiano poste false, fuorvianti o ingannevoli.

L’attività amministrativa e contabile è attuata con l’utilizzo di aggiornati strumenti e procedure informatiche che ne ottimizzano l’efficienza, correttezza, completezza e corrispondenza ai principi contabili, nonché favoriscono i necessari controlli e verifiche sulla legittimità, coerenza e congruità del processo di decisione, autorizzazione, svolgimento delle azioni ed operazioni aziendali.

ALMA WINES ritiene che la correttezza dei bilanci aziendali sia un valore fondamentale e presta, a tutti i livelli, la propria massima collaborazione, fornendo informazioni corrette e veritiere in merito alle attività, beni ed operazioni aziendali, nonché in merito ad ogni ragionevole richiesta ricevuta dagli Organi competenti.

 

10. CONDOTTA SOCIETARIA

ALMA WINES ritiene che debba essere sempre perseguita una condotta societaria nel rispetto formale e sostanziale della normativa di legge.

È protetta la libera determinazione assembleare, viene adottata una condotta trasparente ed affidabile, anche nei confronti dei creditori, viene tutelata l’integrità del capitale sociale e delle riserve non distribuibili; l’atteggiamento aziendale è improntato alla massima collaborazione con le Autorità preposte a controlli e/o verifiche.

Nello svolgimento delle attività aziendali o che abbiano comunque un effetto, anche indiretto sulle medesime, i Destinatari del presente Codice dovranno evitare qualsiasi forma di associazione la quale possa essere in qualsivoglia modo funzionale alla commissione di un fatto di reato.

 

11. CONFLITTI DI INTERESSE

I Destinatari del presente Code Etico devono evitare tutte le situazioni ed attività in cui si possa manifestare un conflitto di interessi tra le attività economiche personali e le mansioni ricoperte all’interno della struttura di appartenenza.

Con l’espressione “conflitto di interessi” si intende fare riferimento ad ogni situazione in cui il Destinatario, anche in ragione di rapporti familiari, affettivi e/o di affari, sia portatore di interessi contrastanti con quelli di ALMA WINES o comunque tali da condizionarne, realmente o apparentemente, la capacità di operare in modo imparziale ed obiettivo, nell’esclusivo interesse della Società.

Al fine di contrastare il verificarsi di tali situazioni, ALMA WINES ha adottato le seguenti norme di comportamento:

  • i soci, gli amministratori, i dirigenti, i dipendenti ed i collaboratori sono tenuti ad evitare di porsi in situazioni che possano generare un conflitto, reale o potenziale, tra gli interessi personali e familiari e le responsabilità assunte nei confronti della Società in ragione del ruolo svolto, della funzione ricoperta, delle mansioni ovvero degli incarichi loro assegnati;
  • qualora ciò si verifichi, sono tenuti a darne immediata comunicazione.

In particolare, gli amministratori sono tenuti a comunicare al Consiglio di Amministrazione, ovvero all’Organismo di Vigilanza (laddove manchi il Consiglio di Amministrazione o il conflitto interessi riguardi l’intero C.d.A.) ogni interesse o vantaggio di natura patrimoniale che essi o i loro familiari possano trarre da operazioni sottoposte all’esame del Consiglio stesso (o dell’A.U.).

I dipendenti sono tenuti a riferire al diretto superiore gerarchico ed i collaboratori al Responsabile di Funzione e/o dell’Unità organizzativa con la quale collaborano.

È in ogni caso vietato strumentalizzare la propria posizione funzionale e/o le informazioni acquisite in ragione della stessa al fine di avvantaggiare sé o altri in contrasto con gli interessi di ALMA WINES.

 

12. DISPOSIZIONI ATTUATIVE E FINALI

12.1 Adozione e attuazione

La adozione del presente Codice compete all’organo amministrativo (Consiglio di Amministrazione o Amministratore Unico – a seconda della forma di amministrazione prevista dalla Società), che è altresì tenuto ad operare al fine di dare a tale atto concreta attuazione.

In particolare, l’organo amministrativo. deve:

  • garantire la coerenza delle politiche e delle procedure interne con i principi e con le norme di comportamento dettate dal Codice, intervenendo laddove si evidenzino contrasti;
  • favorire le segnalazioni all’Organismo di Vigilanza circa il mancato rispetto del Codice, disponendo l’attivazione di canali di comunicazione dedicati;
  • assumere le necessarie iniziative, anche su proposta e comunque con il parere dell’Organismo di Vigilanza, in tutti i casi di accertata violazione del Codice.

All’Organismo di Vigilanza, istituito secondo i dettami del D.Lgs. n. 231/01 a seguito della adozione del Modello Organizzativo e dotato di autonomi poteri di iniziativa e di verifica, compete vigilare sul rispetto, l’adeguatezza e l’aggiornamento del Codice (oltre che del Modello).

In particolare, l’O.d.V. deve:

  • analizzare le segnalazioni di violazione del Codice ed effettuare le necessarie verifiche, eventualmente proponendo all’organo amministrativo l’adozione di provvedimenti sanzionatori ovvero formulare un parere in caso di autonoma iniziativa dell’organo amministrativo stesso;
  • svolgere autonome attività di verifica volte ad accertare l’effettiva attuazione e l’adeguatezza del Codice;
  • esaminare le proposte di modifica delle politiche e delle procedure interne eventualmente formulate dall’organo amministrativo al fine di garantire la coerenza del sistema interno con i principi e con le norme dettate dal Codice e formulare eventuali proposte;
  • riferire periodicamente al Presidente del Consiglio di Amministrazione o all’Amministratore Unico (a seconda dei casi) circa lo stato di attuazione e l’adeguatezza del Codice Etico e, annualmente, al Consiglio di Amministrazione o, sempre, all’Amministratore Unico e al Collegio Sindacale (se nominato) o al Revisore Legale (se nominato), formulando eventuali proposte di modifica/integrazione/aggiornamento del Codice ovvero delle normative interne qualora si rilevino contrasti;
  • formulare pareri, su richiesta dei Destinatari, in caso di dubbio sulla liceità di determinati comportamenti, sul loro disvalore etico ovvero sulla loro contrarietà al Codice.

Nello svolgimento della propria attività, l’O.d.V. verrà assistito dalle risorse di volta in volta individuate tra il personale di ALMA WINES.

Tutti i dipendenti ed i collaboratori di ALMA WINES sono tenuti a collaborare con l’O.d.V., fornendo le informazioni e la documentazione richiesta.

12.2 Diffusione e formazione

L’organo amministrativo adotta, anche su proposta dell’O.d.V., ogni più opportuna iniziativa volta a portare a conoscenza di tutti i Destinatari il contenuto del Codice Etico, anche a seguito di intervenute modifiche/integrazioni, e comunque a darne la più ampia diffusione.

Al fine di favorire la conoscenza e l’effettiva comprensione, da parte dei dipendenti/collaboratori, dei principi e delle norme di comportamento previsti dal Codice, l’organo amministrativo promuove, di concerto con l’O.d.V., la pianificazione su base annuale e lo svolgimento di appositi incontri formativi.

12.3 L’obbligo di segnalazione all’Organismo di Vigilanza

I Destinatari sono tenuti a segnalare tempestivamente all’O.d.V. ogni comportamento contrario a quanto previsto dal Codice.

Coloro che effettuano segnalazioni sono garantiti contro ogni forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione. A tale fine è garantita la riservatezza della loro identità, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della Società e/o delle persone accusate erroneamente e/o in malafede.

12.4 Il Sistema Sanzionatorio

L’osservanza delle norme del Codice deve considerarsi parte integrante ed essenziale delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti della Società, ai sensi dell’art. 2104 del codice civile.

La violazione di tali norme costituisce, pertanto, un illecito disciplinare e potrà essere sanzionata in misura proporzionata alla gravità dell’inadempimento o del fatto commesso, previa contestazione, fermo restando il rispetto delle procedure di cui all’art. 7 della L. 20 maggio 1970 n. 300 (c.d. Statuto dei lavoratori), dei contratti collettivi di lavoro e degli eventuali accordi aziendali.

L’O.d.V. riferisce all’organo amministrativo circa le violazioni del Codice accertate a seguito delle segnalazioni pervenute o della sua attività di controllo, formulando i suggerimenti ritenuti necessari.

Le competenti funzioni aziendali, su iniziativa dell’organo amministrativo definiscono i necessari provvedimenti, ne curano l’attuazione e riferiscono l’esito all’O.d.V.

Qualora la violazione delle previsioni del Codice sia commessa da uno o più membri del C.d.A., dall’Amministratore Unico, da un sindaco o da un revisore, l’O.d.V. dovrà darne immediata comunicazione all’intero C.d.A. o all’Assemblea dei Soci (in caso di violazione commessa dall’A.U.), esprimendo parere in merito alla gravità dell’infrazione.

Il C.d.A./l’Assemblea dei Soci adotterà le opportune iniziative.

Il membro o i membri delle cui infrazioni si discute saranno tenuti ad astenersi dalle relative deliberazioni.

L’obbligo di rispettare il Codice Etico deve essere espressamente previsto nei contratti sottoscritti con collaboratori/consulenti/fornitori; la sua eventuale violazione costituisce pertanto inadempimento degli obblighi in tal modo assunti e potrà comportare la risoluzione del contratto, salvo il risarcimento del danno.

12.5 Modifiche e aggiornamenti

L’organo amministrativo, anche su proposta dell’O.d.V., provvede alla revisione periodica del Codice Etico.

Il nostro e-commerce è disponibile! Dove ti trovi?

We use cookies to make sure you can have the best experience on our website. Continuing the navigation, you agree to their use.